Terapia marziale

Dott. Favale Vincenzo
Medico Chirurgo
Spec. Ematologia

Ambulatorio per infusione endovenosa della Terapia Marziale

lo scopo del trattamento dell’anemia sideropenica è quello di ottenere la normalizzazione del livello di emoglobina e del volume eritrocitario ripristinando le riserve di ferro nei depositi, oltre che rimuovere e correggere con un intervento mirato la causa scatenante.
La via di somministrazione preferenziale della terapia marziale è quella orale, ma spesso possono esserci effetti indesiderati come nausea, vomito, diarrea e altri disturbi gastrointestinali mal tollerati dai pazienti e che impediscono l’assorbimento del ferro.
E’ necessario pertanto passare ad una via di somministrazione diversa che è quella endovenosa.
La somministrazione del ferro per via endovenosa può essere effettuata in ambienti idonei, come ambulatorio medico ed in presenza del medico stesso, per poter controllare eventi non desiderati come le reazioni anafilattiche ed intervenire al più presto.
Il principio attivo utilizzato è il gluconato ferrico (Ferlixit), che deve essere diluito in soluzione fisiologica e somministrato lentamente.
Il dosaggio e la durata della terapia deve essere decisa dal medico.
Il programma terapeutico può essere concordato con il paziente.

Post Author: askadmin